Le migliori asciugatrici: Recensioni e Suggerimenti su come scegliere

Dover aspettare a lungo che i capi asciughino diventa, nel periodo invernale, quasi una prassi. Se non volete restare senza panni puliti a causa dell’eccesso di umidità, acquistare un’asciugatrice diventa una soluzione rapida al vostro problema.

Naturalmente è bene tenere in conto sia gli aspetti positivi, sia quelli negativi: questo macchinario è abbastanza costoso e comporta un dispendio non indifferente di elettricità. D’altro canto, grazie alla loro azione, sono anche in grado di eliminare un maggior quantitativo di allergeni.

Per aiutarvi a fare la scelta migliore, abbiamo esaminato alcuni prodotti presenti sul mercato: consultate la nostra guida in basso e verificate la validità degli oggetti che ci hanno maggiormente convinto.

Le migliori asciugatrici del 2018

Beko DRX722W

Hotpoint-Ariston AQC8 2F7 TM1(EU)

Bosch WTW85467II

Beko DRX722W

Hotpoint-Ariston AQC8 2F7 TM1(EU)

Bosch Serie 6

Di base e conveniente

Fascia media

Per i più esigenti

PRO

Tecnologia Inverter

Classe A++

Programmi regolabili

Classe di efficienza energetica A++

Opzione antipiega

Programma per jeans

Blocco tasti

 

Condensatore autopulente

Design antivibrazioni

Luce LED interna

Segnale acustico di fine programma

Classe A++

CONTRO

Costo alto

Costo elevato

Costo elevato

VALUTAZIONE

Un prodotto che vi consente di spendere un po’ meno del solito, per avere in casa un aiuto di qualità.

Quest’asciugatrice consente di risparmiare sui consumi in bolletta, facendovi ottenere risultati ottimali.

La garanzia di un marchio come quello di Bosch permette di acquistare un articolo di una certa validità.

VEDERE IL PREZZO

VEDERE IL PREZZO

VEDERE IL PREZZO

Recensione: Beko DRX722W


Capacità: 7 kg | Rumore: 65 dB | Numero di programmi: 15 | Dimensioni: 59,5 x 54 x 84,6 cm| Classe energetica: A++ | Peso: 74 kg | Consumo di energia annuale: 212 kWh

PRO:

  • Tecnologia inverter
  • Appartenenza Classe A++
  • Varietà di programmi

CONTRO:

  • Prezzo

Quella di Beko è un’asciugatrice che può contare su diverse facilitazioni, a partire dai programmi selezionabili, che consentono di trattare ogni capo come necessita, senza rischiare di rovinarlo con un calore eccessivo.

La partenza ritardata è uno di questi e garantisce di poter azionare il macchinario durante gli orari in cui il vostro contratto di elettricità vi permette di risparmiare. Inoltre appartiene alla classe energetica A++, per cui potrete contenere ancora di più la spesa in bolletta. Un ulteriore aiuto lo dà il motore inverter, che ottimizza l’impiego di energia.

Molto importante anche la garanzia di sicurezza, grazie al sistema Child Lock, che impedisce ai più piccoli di interagire con l’articolo, mettendo a rischio la propria incolumità. Il suo costo, seppure un po’ alto, si instaura comunque tra quelli più contenuti per modelli del genere.

Vedere il prezzo >>

Recensione: Hotpoint-Ariston AQC8 2F7 TM1(EU)


Capacità: 8 kg  | Rumore: 69 dB | Numero di programmi: 15 | Dimensioni: 63 x 59,5 x 85 cm | Classe energetica: A++ | Peso: 65 kg

PRO:

  • Classe di efficienza energetica A++
  • Opzione antipiega
  • Programma per jeans
  • Blocco tasti

CONTRO:

  • Costo elevato

L’asciugatrice di Hotpoint-Ariston è un oggetto di per sé all’avanguardia, grazie al suo design molto particolare che lo rende ideale per una stanza molto moderna. Il suo costo elevato è giustificato dalle sue caratteristiche, come la capacità di 8 kg che consente di avere pronti tanti indumenti allo stesso tempo.

Grazie ai diversi programmi a disposizione, sarà possibile trattare ogni tessuto con cura, evitando anche che si pieghi per la presenza della specifica opzione. È presente anche una modalità speciale per i jeans, che ne protegge sia i colori, sia l’elasticità della trama.

Il risparmio assicurato sarà nei consumi, in quanto questo elettrodomestico appartiene alla classe A++, che comporta un minor impiego di energia. Anche la sicurezza dei bambini sarà garantita grazie al blocco tasti, che impedisce ai bimbi di metterla in azione.

Vedere il prezzo >>

Recensione: Bosch WTW85467II

Capacità: 7 kg | Rumore: 65 dB | Dimensioni: 59,8 x 59,9 x 84,2 cm| Classe energetica: A++ | Peso: 51 kg | Consumo di energia annuale: 212 kWh

PRO:

  • Condensatore autopulente
  • Design antivibrazioni
  • Luce LED interna
  • Segnale acustico di fine programma

CONTRO:

  •  Costo alto

Appare innanzitutto come un oggetto di grande bellezza l’asciugatrice proposta da Bosch, un oggetto dal costo molto importante, che però procura vantaggi non indifferenti, non in ultimo il lato estetico che non può mai dispiacere all’interno di una casa da arredare.

Un elemento di spicco è senza dubbio il fatto che il condensatore sia autopulente, per cui la macchina resterà disinfettata a lungo. Un altro aspetto valido è la riduzione delle vibrazioni, dovute al design che garantisce di non subire fastidiosi rumori. Molto utile anche la luce LED interna, che consente di tenere sotto controllo i capi.

Grande la varietà di programmi, tra i quali spicca quello antipiega, per recuperare tempo e non dover stirare proprio tutti gli indumenti. Il segnale acustico di fine programma, inoltre, vi terrà informati sul termine del ciclo di asciugatura, così da sapere subito quando i vostri capi sono pronti.

Vedere il prezzo >>

back to menu ↑

Come scegliere un’asciugatrice

Se la quantità di biancheria da lavare è sempre tanta, un’asciugatrice è davvero la giusta soluzione al vostro dilemma. Visto il suo costo, è bene selezionare un modello in grado di durare a lungo nel tempo, così da non sprecare il vostro denaro.

Diamo uno sguardo agli aspetti da considerare, per non fare errori di valutazione.

Dove collocarla

Il primo elemento da considerare è probabilmente lo spazio del quale si dispone, in quanto l’asciugatrice non deve creare ingombro nella stanza nella quale la si pone. Se volete inserirla in cucina o in bagno, magari accanto alla lavatrice, potrete considerare un elettrodomestico di pari dimensioni, così da occupare un posto definito.

La posizione dell’apertura

Un altro aspetto da considerare è la posizione dello sportello di apertura e chiusura: può essere collocato nella parte superiore o anteriormente. Quello da scegliere, per una maggiore comodità, sarà un modello frontale, in quanto in questo modo è possibile impilare lavatrice e asciugatrice, così da estendersi in altezza e non in larghezza.

SUGGERIMENTO: Se intendete risparmiare, potete scegliere un prodotto che includa insieme lavatrice e asciugatrice. Lo svantaggio da considerare è la diversa capacità che hanno questi articoli, che possono ospitare più indumenti per il lavaggio ma meno per l’asciugatura.

La classe di efficienza energetica

Questo fattore è importante sia per determinare la qualità del prodotto, sia la possibilità di risparmiare sulle spese di energia. Le classi di efficienza vanno dalla A+++ alla D, dove la A+++ è la migliore e la D è la peggiore. Prediligete perciò la più alta per ottenere un bucato asciutto in meno tempo e con meno spreco di corrente.

La capacità

Un aspetto davvero molto importante è la capacità dell’asciugatrice di ospitare una certa quantità di indumenti. La sua capienza dovrà essere selezionata in base alla vostra reale necessità, per evitare sprechi inutili di corrente. Per una piccola famiglia andranno bene 6 kg, mentre potremo salire agli 8 kg per più di quattro persone.

La rumorosità

Questo fattore è importante se scegliete di collocare l’elettrodomestico vicino a zone che necessitano di una particolare silenziosità. Il livello di rumore è calcolato in decibel: assicuratevi che il macchinario non oltrepassi i 65 dB, altrimenti risulterà molto disturbante.

Esistono però delle funzioni, come i programmi notturni, che permettono di azionare l’asciugatrice nelle ore in cui non si deve essere disturbati, senza rovinare il vostro sonno.

I programmi

Il costo dell’asciugatrice è influenzato anche dalla quantità di programmi al suo interno, dai semplici a quelli speciali. Tenendo conto del fatto che il prezzo è sempre abbastanza alto, valutate se spendere un po’ di più pur di avere qualche agevolazione.

A parte il programma standard, che consente di avere gli indumenti asciutti in un tempo ragionevole, possono infatti essere presenti funzioni speciali, atte a trattare particolari tessuti. La seta e il raso, per esempio, necessitano di maggiore cura e minore calore, mentre i jeans hanno bisogno di mantenere l’elasticità delle proprie fibre.

Se non volete dover aspettare che il programma finisca, considerate l’importanza della partenza ritardata, per azionarla anche negli orari più consoni al risparmio. Se, invece, avete fretta, l’impiego di un programma express potrà liberarvi prima del tempo.

Le opzioni che consentono di diminuire le pieghe, aiutano a perdere meno tempo a stirare i capi più difficili, come le camicie o i tessuti come il lino. Non trascurate anche quelle ECO che assicurano un impiego inferiore di energia elettrica.

La garanzia di sicurezza

In presenza di bambini, è di fondamentale importanza accertarsi della presenza di sistemi di sicurezza. I più pestiferi, infatti, potrebbero giocare con i tasti e azionare involontariamente la macchina, mettendosi in pericolo. Verificate dunque la presenza del blocco tasti, che può evitare incidenti del genere.

Display

I modelli più avanzati dispongono di un display ben leggibile, magari retroilluminato, con funzioni e comandi intuitivi. Chi non ha dimestichezza con la tecnologia moderna, deve accertarsi della presenza di un manuale in lingua, che aiuti a gestire le varie caratteristiche senza difficoltà.

Il costo totale

La spesa da considerare non deve includere solo l’elettrodomestico ma anche quella che ne comporterà l’uso. Per questa ragione, fate bene tutti i conti, considerando classe energetica, tariffa di energia elettrica e numero di funzioni, che comportano aumenti di corrente da utilizzare.